• 1960
  • 1961
  • 1962
  • 1963
  • 1964
  • 1965
  • 1966
  • 1967
  • 1968
  • 1969
  • 1970
  • 1970
  • 1971
  • 1972
  • 1973
  • 1974
  • 1975
  • 1976
  • 1977
  • 1978
  • 1979
  • 1980

Collezioni — Uomo / Accessori

Primavera / Estate — 1985

Cartella Stampa

“Mi sono mosso lungo un filo conduttore, una parola chiave: semplificazione, comfort. Comfort delle strutture elementari, delle forme destrutturate, dei tessuti inconsueti. Fiocco di cotone doppiato; lino e seta a giro inglese per costruire trame aerate; crêpe naturalmente elastico, morbido; ottoman molle da cravatta. Molta seta pura mescolata al rayon e alla lana: per una maglieria dalla “mano” e dalla caduta diversa. Nessuna costrizione, nessun obbligo se non quello dell’intelligenza e delle buone abitudini. Perché l’uomo che veste Ferré pratica un rito ormai consolidato, sa come destreggiarsi. Non ha bisogno che qualcuno gli dica quando infilare il golf blu”. 

(da una conversazione con Gianfranco Ferré del 3 Luglio 1984)

Appunti per una collezione

Osservare i tessuti. Cool wool e lana mohair per tutti i capi, fino ai bermuda. I sintetici per un effetto particolare di morbidezza (come l’ ottoman di viscosa nella saharienne). Interlock di cotone a peso maglia per i giubbotti di camoscio. Popeline di seta.

Ri-vedere i colori. Bianchi indefiniti, neutri impolverati, marrone invaso di blu scurissimo. Sulla spiaggia, i disegni dei batik egiziani. Sfumature assolate: il bianco vira e diventa crema. Vaghi toni ingialliti.

Controllare le giacche. Dai blazer impostati (spalle normali ma comode) alle sahariennes ultra morbide, tasche larghe, soffietti che si aprono. Military jacket chiuse fino al collo. Uniform jacket con tasche alte. Gli impermeabili diventano spolverini molli e larghi. I blusotti sono leggeri come camicie molto importanti, formali, da indossare all’inglese con la cravatta e la camicia bianca. Spesso sono di nappa, con un sistema di occhielli di gomma.

Nuova attenzione ai pantaloni. Ritrovare i vecchi cotoni cangianti per i pantaloni universali. Oppure l’aplomb della cool wool. A tre pinces per dare forma, o diritti ma sempre comodi. Con scarpe classiche o da vacanza: espadrillas, cinghiale traforato, telaccia bianca.

La sera. Smoking bianchi, smoking neri. Giacche blu o nere con la polo in tricot di seta. Regimental molto scuri, da country club ai tropici.

Tessuti: Bocchese - Bonotto - Bossi - Braghenti - Carpini - Dondi Jersey - Ferla - Fila – Fintes - Guabello - Helitex - Its Artea - Larusmiani - Lessona -

Limonta - Loro Piana - Ormezzano - Rivertex - Solbiati Sasil - Torello Viera -

Filati: Filati - Pucci - Filatura di Tollegno - Ricignolo

Foto: Bob Krieger

Gianfranco Ferrè ringrazia la Banca Popolare di Milano che gentilmente ha acconsentito la presentazione della collezione nel suo palazzetto Corio Casati di Milano.